Appello del MUS all’Unione Europea su normativa riduzione CO2

La Lega Consumatori aderisce all’appello del Comitato Mus (Mobilità Urbana Sostenibile) ai parlamentari dell’Unione Europea contro i SUV più inquinanti.

Il 22-25 ottobre l’assemblea del Parlamento Europeo sarà chiamata a votare la propria Risoluzione sulla strategia della Commissione per ridurre le emissioni di CO2/km delle auto nuove. Il testo approvato dal Comitato ad hoc del Parlamento Europeo, che sarà proposto al voto dell’assemblea, contiene alcune scappatoie che potrebbero vanificare le finalità ambientali dell’obiettivo dei 120 g/km al 2012, più volte affermato dalla Commissione. Infatti, mentre da un lato conferma l’obiettivo dei 120 g/km ed è favorevole ad un suo raggiungimento con un meccanismo che consente penalità, compensazioni e crediti (mercato fra produttori dei certificati di CO2/km “CARS”, un meccanismo chiuso al sistema di emissions trading comunitario), dall’altro lato propone che il risultato sia conseguito ponendo obiettivi differenziati in base alla superficie di ogni auto.  

Ciò significa che per poter consentire maggiore flessibilità alle auto di maggiori dimensioni (consentendo loro un obiettivo, ad esempio, di 160 g al 2012), alle auto più piccole e con consumi ridotti saranno imposti obiettivi molto più stringenti (ad esempio 90 g al 2012) al fine di pervenire alla media di 120 g/km per l’intero settore. Di conseguenza, applicando il meccanismo del CARS, le auto piccole rischierebbero penalità pur emettendo 95 g/km, mentre le auto grandi che emettessero 155 g/km potrebbero ricevere un incentivo.

Scarica il testo completo dell’appello in formato pdf. AppelloCO2

 

 

Categorie News