…. Bon appètit?

a cura di Alessandro Stirpe

No, non è un Pollok! Anche se in termini di originalità ed estro.. non ha nulla da invidiare.

Ma allora che cos’è?

La geniale fotografia di Chris de Bode, racconta il pranzo di una famiglia del Camerun, nello specifico quello messo in tavola della signora Ramada Modou per i suoi sei figlioletti.

Già, proprio così!

Quello che vediamo infatti è: mais rosso, riso e foglie di mango. Per un totale di circa 60 grammi.

Difficile da accettare soprattutto per chi vive in Europa o in America del Nord dove –  secondo le stime della FAO –  si sprecano a persona, circa 95 – 115 kg di cibo all’anno.

Ma a prescindere dagli sprechi, il responsabile principale di questo vergognoso fenomeno, è il cambiamento climatico.

Secondo il Glossario Dinamico ISPRA-CATAP, per cambiamenti climatici si intende: “qualsiasi cambiamento di clima attribuito direttamente o indirettamente ad attività umane”.

L’attuale emergenza climatica ed energetica è scientificamente correlata agli attuali modelli di produzione e consumo: lo studio di un’equipe di ricercatori specializzati in cambiamenti climatici (Human Influence on Winter Precipitation over North America and Eurasia) ha sancito inequivocabilmente il rapporto di causa ed effetto tra riscaldamento globale e aumento di violenti, imprevedibili e devastanti fenomeni atmosferici nel mondo.

Solo in Italia, tempeste, alluvioni, nubifragi e bombe d’acqua sono aumentati del 31%! 

Oltre l’80% delle persone vulnerabili dal punto di vista alimentare vive in Paesi esposti a rischi naturali in ambienti degradati.

Per loro, il cambiamento climatico significa eventi meteorologici estremi più frequenti ed intensi che aumentano l’insicurezza alimentare e la malnutrizione distruggendo terre, bestiame, colture e scorte alimentari.

Questo intensifica i conflitti a causa delle scarse risorse a disposizione, che generano nuove crisi umanitarie, fenomeni migratori e sfollamento di popolazioni.

Situazione dai contorni sempre più apocalittici? Si, ma non ancora irreversibile. 

Per questo Assoconfam aps promuove il consumo e le produzione responsabili, il rispetto delle risorse naturali, incoraggiando comportamenti sostenibili; un atteggiamento consapevole di Famiglie e Consumatori, è il primo strumento culturale utile a contrastare le catastrofi ambientali (le cui principali vittime, sono i bambini).

In collaborazione con le sedi di tutta Italia divulghiamo incessantemente ai nostri soci e alle comunità, informazione, buone pratiche, assistenza specializzata e la “Strategia europea di adattamento ai cambiamenti climatici”, affinchè tutti abbiano la possibilità di agire e garantire così che le misure di adattamento siano efficaci e tempestive.

Vuoi essere anche tu un Consumatore o una Famiglia, Assoconfam? Sei benvenuto, seguici: “se vuoi arrivare primo corri da solo, se vuoi arrivare lontano, cammina insieme”.

++ #assoconfam #smartmobility, #transizione verde, #aecilazio, #centogiovani, #codici, #konsumer, #regionelazio, #mise9 ++ Contenuti prodotti con il contributo della Regione Lazio, nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Lazio (MISE 9) con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico DM 10.08.2020 ++

 

Associazione Consumatori e Famiglie APS

Via dei Gladioli n. 5/7 - 00172 ROMA (RM)

C.F. 97409520588

Email: info@assoconfam.it | 06.701.61.221 - 388.723.8834

© 2024 Assoconfam aps. Tutti i diritti riservati.