“Default” e Banche: C’è’ poca informazione. Un webinar per capirne di più

La crisi finanziaria mondiale del 2008-2009 cui si è sommata l’attuale crisi economica causata dal COVID19 ha disegnato un panorama articolato sul territorio nazionale: alcune banche sono fallite, altre si sono fuse o sono state incorporate generando così grandi gruppi bancari. La crescente complessità dei rapporti finanziari ha contribuito ad aumentare sempre più il contenzioso bancario e a rendere più difficile, la gestione del rapporto tra istituti di credito/imprese di investimento e cliente che oggi, ha raggiunto un punto particolarmente critico.

In questo contesto, allo scopo di assicurare una sempre maggiore trasparenza a tale rapporto, dal 1° gennaio 2021 – in applicazione dell’articolo 178 del Regolamento dell’Unione Europea n. 575/2013 e della Direttiva 2013/36/UE – nel lessico e nella pratica finanziaria è entrato in vigore il termine “default”.

Tale definizione, oltre ad indicare il modo con cui le singole banche ed intermediari finanziari devono classificare i clienti a fini prudenziali, introduce criteri che risultano – in alcuni casi –  più stringenti rispetto a quelli finora previsti.

I clienti delle istituzioni bancarie e delle imprese di investimento ad oggi mostrano di incontrare moltissime difficoltà nel comprendere il reale significato del termine e gli effetti che potrà avere sulle relazioni che intendono o intenderanno instaurare con gli enti creditizi. Le informazioni reperite sui media sono spesso poco chiare in quanto alla reale portata dei mutamenti che l’introduzione del default comporterà nel prossimo futuro.

L’Associazione Consumatori e Famiglie aps (Assoconfam), a questo proposito e soprattutto a fronte delle decine di consumatori che stanno contattando la struttura in questi giorni per avere chiarimenti in merito, ha deciso di farsi parte attiva per assicurare un’informazione dettagliata sull’argomento a tutti i consumatori, dedicando a questa tematica un webinar in materia di credito del prossimo 29 gennaio dal titolo La nuova definizione di “default”: cosa cambia per consumatori e banche con l’obiettivo di chiarire, approfondire ed analizzare i possibili effetti dell’entrata in vigore dei nuovi precetti in modo particolare per le famiglie. All’evento digitale partecipernno l’Ing. Massimiliano Sechi – Project Manager del progetto “Nuova Definizione di Default” di Unicredit Italia e l’avv. Maria Stella Anastasi responsabile del settore bancario finanziario e assicurativo di Assoconfam aps, modererà l’Avv. Elisa Fornaciari di Assoconfam aps

Roma 26 gennaio 2021