Green Pass. tutte le novità

Dal 6 agosto (non dal 5 come si pensava) serve il green pass per:

  • palestre
  • teatri, musei, cinema, mostre
  • fiere, convegni, fiere
  • parchi tematici, parchi divertimento
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo
  • concorsi pubblici
  • ristoranti e bar al chiuso (ma non al bancone dove sarà ancora possibile andare)

A questo si aggiungono luoghi e attività già previsti da decreto 52/2021:

  • spostamenti in entrata o uscita dai territori ricadenti in zona arancione o rossa
  • visite a familiari affetti da covid in ospedali, pronto soccorso;
  • Uscite temporanee alle persone ospitate presso strutture di ospitalità e lungodegenza, residenze sanitarie assistite, hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, strutture residenziali socioassistenziali e altre strutture elencate nel decreto
  • per consentire accesso a particolari eventi e spettacoli dal vivo secondo le prescrizioni di cui alle linee guida (ma su questo mancano linee guida e quindi norma non effettiva);
  • per consentire la partecipazione a feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose (matrimoni ecc), anche al chiuso, anche organizzate mediante servizi di catering e banqueting;
  • per consentire di derogare ai divieti di spostamento da e per l’estero o a obblighi di sottoporsi a misure sanitarie in dipendenza di tali spostamenti (quarantena). Insomma per viaggiare con più libertà in Europa e area Schengen/rientrare in Italia.

Basterà però una sola dose.

Sanzioni per assenza green pass

Le sanzioni vanno da 400 a mille euro per utenti ed esercenti (che non controllano).

Obblighi da settembre per la scuola

  • Il decreto 5 agosto conferma obblighi passaporto vaccinale a tutto il personale scolastico (insegnanti ecc), universitario e studenti universitari. No studenti minorenni. Il personale senza pass è sospeso e perde lo stipendio dopo cinque giorni di assenza derivante.
  • Obbligo green pass anche per bus, treni, aerei, navi e traghetti purché a lunga percorrenza (attraversano due regioni); eccetto traghetti sullo stretto di Messina.
  • Un decreto successivo a settembre stabilisce obbligo anche per personale esterno scolastico, rsa, mense. A settembre, l’uso del Green Pass nelle scuole è stato esteso a chiunque acceda alla struttura, quindi anche i genitori che vanno a prendere i figli.

Green pass obbligatorio per tutti i lavoratori

Dal 15 ottobre, per decreto 16 settembre, tutti i lavoratori pubblici e privati dovranno avere green pass. Scatta la sospensione subito per il lavoratore privato senza il passaporto vaccinale. Per il lavoratore pubblico, dopo cinque giorni.

Durante la sospensione non si riceve stipendio né contributi ma non si potranno subire licenziamenti o altre azioni disciplinari.

 

Obblighi in Europa

  • In Francia da agosto è obbligatorio per ristoranti, treni, bar, cinema aerei, concerti.
  • In Austria obbligatorio green pass per accedere a ristoranti, hotel e locali notturni
  • In Portogallo obbligatorio per i ristoranti al chiuso con più di sessanta persone.
  • In Irlanda c’è un piano per renderlo obbligatorio per stare all’interno di pub, caffè e ristoranti.
  • In Grecia obbligo per interno di bar, ristoranti, cinema, teatri e altri luoghi cultura

Possibili nuovi obblighi in Italia

In discussione ulteriori obblighi.

  • Fra qualche tempo non sarà molto probabilmente più possibile avere green pass con solo una dose di vaccino. Servirà aver completato il ciclo vaccinale
  • Un prossimo passo può essere l’obbligo vaccinale.
Federica Marchioni
Federica Marchioni

Laureata in lingue e letterature straniere all'università La Sapienza di Roma, ha sempre lavorato nell'associazionismo. Collabora con Assoconfam dal 2015 come responsabile del settore progettazione e segreteria. E' Presidente della sezione di Roma Capitale.

Via Cutilia, 17 - 00183 - Roma
Tel: 065122630 - Email info@assoconfam.it | Codice Fiscale: 97409520588

©2021 Assoconfam - Tutti i diritti riservati

IConsumatori - Federazione dei consumatori

Associazione federata a iConsumatori