SALDI: ECCO TUTTI I SUGGERIMENTI . .

a cura di Maria Stella Anastasi

Dal 5 gennaio sono iniziati i saldi in tutte le Regioni.

Secondo Confcommercio ogni consumatore spenderà, in media, circa € 137,00
per gli acquisti in saldo.

Per fare acquisti senza correre il rischio di essere “imbrogliati” occorre fare
attenzione a queste semplici regole.

E’ obbligatorio per gli esercenti esporre chiaramente il prezzo originale e quello
scontato della merce, con la relativa percentuale di sconto applicata; Nel 2022 sono
infatti entrate in vigore alcune novità sui saldi che obbligano i negozianti a mostrare
il doppio prezzo, sia quello ribassato che quello praticato nei 30 giorni precedenti.

Non è invece obbligatorio il cambio dopo l'acquisto. Questo è generalmente
lasciato alla discrezionalità del commerciante, a meno che il prodotto non abbia
gravi vizi occulti, in tal caso scatta l'obbligo della sostituzione del prodotto o della
restituzione del prezzo.

Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data
della scoperta del difetto.

Per gli acquisti online, i cambi o la rescissione del contratto sono sempre consentiti
entro 14 giorni dalla ricezione del prodotto indipendentemente dalla presenza di
difetti.

E’ obbligatorio per il negoziante accettare il pagamento con carta.

La regolamentazione dei saldi è affidata alle Regioni che con le proprie norme ne
definiscono lo svolgimento e stabiliscono le sanzioni in caso di violazioni.

ASSOCIAZIONE CONSUMATORI E FAMIGLIE APS
Via dei Gladioli n. 5/7 -00172 RROMA (RM)
C.F. 97409520588
scrivici al nostro indirizzo email: info@assoconfam.it
oppure chiamaci allo 06 70161221 - cellulare 388 723 8834

IConsumatori - Federazione dei consumatori

Associazione federata a iConsumatori

Whatsapp