Tariffe telefoniche e connessioni internet….a modo tuo!

Il mondo delle tariffe telefoniche è una vera e propria jungla.
L’attuale mercato libero sta complicando la vita dei consumatori, che devono districarsi tra offerte difficilmente compatibili tra di loro.
Complessa si rivela l’individuazione delle giuste opzioni, che meglio si adattano alle specifiche richieste ed esigenze degli utenti.
Per non rischiare di incorrere in costi aggiuntivi o brutte sorprese nella prima bolletta che riceveremo, consigliamo, prima di concludere il contratto, di chiedere all’operatore o al negozio di telefonia, le seguenti informazioni di base:

✔  se sono previsti e a quanto ammontano i costi di attivazione (che variano da circa 30 € a oltre 100 € a seconda dell’operatore e in base alla necessità di attivare o meno una nuova linea telefonica);

✔  la durata del vincolo contrattuale (illimitata o a tempo determinato);

✔  i costi di disdetta e di recesso, anche nell’ipotesi in cui si decidesse di risolvere anticipatamente il contratto;

✔  i costi della rata di addebito del modem e la durata delle rate;

✔  lapossibilitàdiscegliereliberamenteilmodem;

✔  la copertura della rete nella nostra zona e le caratteristiche del servizio Adsl (velocità ed eventuali limitazioni).

Per quanto riguarda i prezzi e le offerte dei principali gestori, Assoconfam aps ha fatto una ricerca sul web ed il risultato che emerge è il seguente:

Sottoscrivendo un contratto tipo, avente ad oggetto telefonate ed internet illimitato ed aderendo o meno ad una promozione (anche on-line), i costi degli abbonamenti partono da 24,90 € al mese fino ad un massimo di 35,90 €/39, 99 al mese.

Attenzione perché le telefonate illimitate non comprendono mai le chiamate verso i paesi esteri, che variano a seconda delle zone internazionali. I prezzi delle telefonate internazionali sono composti da un importo iniziale fisso (pari a circa 35 € cent, IVA esclusa) e un importo che varia in base alla durata della conversazione e al paese chiamato. Per quanto riguarda il costo degli abbonamenti, solo per la linea fissa senza internet, le tariffe partono da un minimo di 14,90 € al mese fino ad un massimo di 27 €.

Da qualche anno, poi, viene offerta la possibilità di alcuni gestori di sottoscrivere un contratto che comprenda solamente una connessione ad internet portatile tramite modem e router portatili (che all’interno hanno una sim dati), che di norma non necessitano di caricabatterie, presentano dimensioni relativamente ridotte e si collegano senza fili. Attenzione perché non tutti offrono connessioni internet illimitate (solo pochi gestori), gran parte delle tariffe sono del tipo “flat”, e il prezzo mensile varia a seconda dei giga, ovvero da un minimo 3 € per 3 GB fino ad un massimo di 13,99 € per 100 GB al mese.

L’apparecchio per la connessione può essere incluso o a pagamento, ma nella maggior parte dei casi non lo è e spesso ad insaputa del consumatore vengono attivati dei costi accessori come polizze assicurative denominate kasko al costo di euro 5 mensili. Ma cosa significa FTTC e FTTH, rame adsl, banda larga?

Sai qual è la differenza? Ti invitiamo a leggere di seguito questa brevi linee guida:

A cura dell’Avvocato Elisa Fornaciari – arezzo@assoconfam.it