BONUS COLONNINE ELETTRICHE o DOMESTICHE

a cura di Carla Cocchi Assoconfam Ancona, Segretaria provinciale FAP ACLI di Ancona

COS’E’

E’ un incentivo messo in campo dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy e consiste in un contributo pari all’80% del prezzo di acquisto e posa delle infrastrutture per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica (colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio; spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi; costi per la connessione alla rete elettrica, tramite attivazione di un nuovo POD).

Il limite massimo del contributo è di 1.500 euro per gli utenti privati e fino a 8.000 euro in caso di installazione sulle parti comuni degli edifici condominiali.

Attenzione:

Il contributo è previsto solo per gli acquisti e la messa in posa già effettuati (il solo acquisto della infrastruttura di ricarica non è quindi sufficiente per richiedere il contributo);

Per accedere al contributo, tutte le spese devono essere documentate ed effettuate con pagamento tracciabile (quindi no con pagamento in contanti). Le infrastrutture di ricarica devono essere nuove di fabbrica ed essere di potenza standard.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare del contributo:

I privati, residenti in Italia, per installare le ricariche nella propria abitazione;

i condomini in caso di posa in opera sulle parti di uso comune.

Attenzione: sono esclusi dal contributo i titolari di una ditta individuale o una società

TEMPI DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DEL CONTRIBUTO

Le domande relative alle installazioni effettuate dal 4 ottobre 2022 al 31 dicembre 2022, potranno essere presentate dal 19 ottobre al 2 novembre 2023 esclusivamente tramite la piattaforma online al seguente indirizzo:

https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/bonus-colonnine/bonus-colonnine-domestiche/presenta-la-domanda

L’accesso potrà essere effettuato tramite l’ identità digitale (SPID), carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS). Una volta effettuato l’accesso si può procedere alla compilazione del modulo elettronico seguendo la procedura guidata (sono previsti molteplici documenti da allegare)

I termini di apertura e chiusura per le domande relative alle installazioni effettuate nel 2023, verranno comunicati con successivi avvisi del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

Le domande presentate sono ammesse all’istruttoria secondo l’ordine cronologico di presentazione.

Al termine della compilazione corretta della domanda, il sistema informatico rilascia una ricevuta di registrazione

Il contributo concesso verrà erogato in un’unica soluzione

Entro 90 giorni dalla data di chiusura dello sportello, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy emanerà il decreto di concessione ed erogazione dei contributi, nel rispetto dell’ordine cronologico di ricezione delle domande. Successivamente sarà effettuato l’accreditamento del contributo sul conto corrente dei soggetti beneficiari.

 

Associazione Consumatori e Famiglie APS

Via dei Gladioli n. 5/7 - 00172 ROMA (RM)

C.F. 97409520588

Email: info@assoconfam.it | 06.701.61.221 - 388.723.8834

© 2024 Assoconfam aps. Tutti i diritti riservati.